La sanità digitale: il 4.0 incorpora anche questo settore

Da tempo, numerosi settori hanno cominciato ad abbracciare la digitalizzazione. Alcuni hanno fatto passi da gigante in breve tempo, mentre altri si stanno muovendo più lentamente. Tuttavia, è certo che, fra poco, ogni tipologia di azienda e industria non potrà più fare a meno di entrare ufficialmente nell’epoca 4.0. Uno degli ultimi settori che ha mostrato notevoli progressi a riguardo è senz’altro quello della sanità, che in alcuni casi possiamo definire ampiamente “sanità digitale”.

Infatti, negli ultimi anni le cose stanno cambiando all’interno dell’ambiente e gli enti del settore stanno proponendo la fruizione di numerosi servizi, direttamente online. Questo comporta sicuramente notevoli vantaggi, minori perdite di tempo e maggiori funzionalità sulle quali possono contare non solo i cittadini italiani, ma anche gli stessi operatori del settore. Ad ogni modo, questo non è tutto: sono previsti numerosi cambiamenti, che però sono ancora in fase di sviluppo.

A questo proposito, è utile anche considerare il recente workshop organizzato all’Università Campus Bio-Medico di Roma in collaborazione con Ispe Italia e Gamp, chiamato “Healthcare 4.0: digitalizzazione dell’industria farmaceutica”. Nel corso di questo evento si è ribadito che, nonostante le importanti ottimizzazioni portate alla luce negli ultimi tempi, è necessario un vero e proprio “Piano Salute 4.0”, proprio come è accaduto per le industrie dei vari settori.

La sanità, già improntata verso il digitale, potrebbe quindi subire ulteriori trasformazioni positive, ma alla base di tutto è fondamentale avere un progetto accurato, dove vengano definiti i vari processi produttivi e organizzativi, in grado di migliorare potenzialmente l’intero sistema sanitario.

Nello specifico, quella del presidente di Confindustria Digitale, Elio Catania, presente all’Healthcare 4.0: digitalizzazione dell’industria farmaceutica, è stata una proposta alquanto interessante: seguendo l’esempio del Piano Industria 4.0, si potrebbe creare un piano accurato anche per la sanità e persino coinvolgere la classe politica ai più alti livelli, promuovere una maggiore responsabilizzazione e corsi di formazione specifici per i dirigenti, nonché avviare importanti collaborazioni fra le strutture pubbliche e quelle private.

Quasi certamente, proprio come nel caso del Piano Industria 4.0, arriveranno delle preziose soluzioni anche per quanto riguarda la sanità. In questo ambito saranno necessarie ulteriori premure e accortezze, ma le fondamenta per una “sanità più digitale” sono già state impiantate. Pertanto, non ci resta che aspettare il 2019 e vedere quali cambiamenti potranno essere fatti, anche grazie al Governo Conte e alle sue nuove manovre propense verso il costante miglioramento del Paese.